Bundesliga, tutti odiano il Lipsia: lancio di bottiglie a Dortmund

| 16/10/2017 03:00

Ancora una volta tensioni e scontri che hanno coinvolto il Lipsia. A Dortmund i tifosi gialloneri, come 8 mesi fa, hanno deciso di contestare il Lipsia e i suoi dirigenti colpevoli di non rappresentare il loro ideale di calcio.

Lipsia, continuano le manifestazioni di dissenso contro il club della Red Bull

Come riportato da Tuttosport, questo pensiero è condiviso da tutte le tifoserie in Bundesliga. Negli ultimi anni sono state tante le manifestazioni contro il club della Red Bull, colpevolizzata di essere nata in Austria. La scorsa stagione, per esempio, i supporters del Colonia si sedettero di fronte all’entrata dello stadio per impedire l’ingresso dell’autobus della squadra avversaria che portò al posticipo del calcio d’inizio di 15 minuti. Peggio fecero quelli della Dynamo Dresda che in coppa di Germania lanciarono in campo una testa di toro (simbolo della Red Bull).

La contestazione dello scorso febbraio dei sostenitori del Borussia, purtroppo, superò anche i limiti della più macabra goliardia visto che furono protagonisti di lancio di bottiglie e pietre contro la tifoseria avversaria per poi tentare di aggredirla. Così per evitare nuovi scontri e violenze ieri la polizia tedesca ha deciso di presidiare tutte le entrare del Signal Iduna Park, ma anche di scortare i tifosi del Dortmund nel corso della loro marcia di protesta sino allo stadio per evitare qualsiasi contatto. Il club della Ruhr, invece, ha deciso di schierare oltre mille steward all’interno dello stadio per evitare possibili contatti nel corso della gara.


Continua a leggere