Juventus, prova di superiorità: 4,5/5 della difesa erano nuovi rispetto al 2016/17

| 10/09/2017 19:48

A cura di Mirko Matteoni

Senza BBBC si vola

Ieri contro il Chievo Verona la Juventus ha trovato la sua 3^ vittoria consecutiva in altrettante giornate di campionato. Nonostante qualche critica per il gioco degli uomini di Massimiliano Allegri non è possibile non evidenziare una dato davvero significativo. Al di là dell’importanza quasi fondamentale di Paulo Dybala che ha letteralmente rotto gli equilibri e l’inerzia della gara con il suo ingresso.

Ieri, infatti, i bianconeri sono scesi in campo con una squadra rivoluzionata soprattutto per quanto concerne il reparto arretrato. Si perché andando a guardare nello specifico gli uomini scesi in campo è impossibile non notare un dato palese. Allegri ieri ha schierato una difesa completamente “nuova” rispetto a quella titolare della scorsa stagione.

4,5/5 della difesa nuovi

A cominciare dalla porta dove al posto di Gigi Buffon ha giocato quello che sarà il futuro titolare Szczesny. Per il resto, mi sono permesso uno 0,5 di peso per Lichtsteiner che si alternava con Dani Alves lo scorso anno. Gli altri 3/5 sono: Rugani, Benatia ed Asamoah. Nessuno di questi era titolare lo scorso anno e questo mette in evidenza una forza straordinaria da parte della Vecchia Signora. Riuscire a cambiare in toto un intero reparto, e non uno qualunque ma quello che per anni era stato il punto di forza: allora si è davvero maturi e superiori.

Nelle ultime stagioni addetti ai lavori e tifosi, bianconeri ed avversari, hanno più volte evidenziato che la forza della Juve era la B-B-B-C. Beh, ieri in campo allo Juventus Stadium non c’era nemmeno uno tra: Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini. Questo qualcosa deve voler dire: superiorità, maturità e duttilità invidiabili.

A cura di Mirko Matteoni


Continua a leggere