Palermo, debiti da 120 milioni di euro: si rischia il fallimento

| 06/06/2017 17:40

Palermo nel baratro

Un buco da 120 milioni, debiti che potrebbero travolgere il Palermo calcio e che portano la Procura ad aprire un fascicolo di ‘atti civili’. Ossia a compiere cioè quegli accertamenti che mirano a verificare se vi siano le condizioni per chiedere il fallimento della società. Situazione allo stato non prospettata, né concretamente ipotizzata.

Come si legge sull’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, i sostituti procuratori Francesca Dessì e Andrea Fusco sono però al lavoro. Per acquisire gli elementi necessari a verificare ciò che è emerso a seguito della presentazione di esposti e denunce da parte di creditori non soddisfatti nelle loro pretese.
Nessun indagato, ci sarebbe, allo stato, in una vicenda sul cui sfondo c’è il famoso closing tra Maurizio Zamparini e il suo successore, il nuovo presidente Paul Baccaglini. La stessa Procura frena, non vuol creare allarmismo né dare per scontato che verrà chiesto il fallimento, ma al tempo stesso la situazione è molto delicata.


Continua a leggere