Mihajlovic: “Cairo? C’è stima tra noi, non amicizia. Padelli andrà via: su Hart…”

| 29/04/2017 09:41

Mihajlovic, tecnico del Torino, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Tuttosport. Si è parlato tanto, di futuro e di presidente preferiti, il tecnico serbo non ha mai avuto peli sulla lingua. Ecco quanto evidenziato da Calciomercato24: “Ferrero? Diverso da tutti gli altri. Ha tanta energia, è solare, gli voglio molto bene. Sta diventando un grande presidente; con a Moratti, è il presidente cui voglio più bene. Cairo? Bisogna vedere quanto lui ne vuole a me, la cosa deve essere reciproca. Ho molta stima e rispetto per Cairo, che è molto diverso da Ferrero nel modo di porsi e di parlare. Ferrero è più alla mano, lo considero anche un amico”.

Aria di derby?

Assolutamente no. Pensiamo solo alla Samp, per ora. Vogliamo provare ad ottenere il record di punti della gestione Cairo, subire il meno possibile dietro e avere continuità di risultati. Certo, potevamo avere 8 o 9 punti in più, ma avremmo dovuto regalarne qualcuno in meno e approfittare di più delle occasioni. Il nono posto? Le otto squadre davanti hanno dimostrato di essere più forti. Hanno regalato meno e sfruttato meglio le occasioni, ma non ci sono 8 o 9 punti fra noi e loro. Avremmo potuto lottare con Inter, Milan e Fiorentina per l’ultimo posto in Europa”.

Sulla Sampdoria…

Una buona squadra, con un allenatore fra i più preparati, giocatori di esperienza e classe, e giovani molto forti. Ma la Samp ha fatto il massimodelle proprie possibilità, noi potevamo far meglio. Cercherò di mettere in campo la squadra che mi dà più garanzie. Fra i diffidati, giocherà Ljajic, mentre Moretti e Castan andranno in panchina”.

Su Hart…

Non credo che il Manchester City voglia prestare ancora Hart. Lui stesso vuol essere comprato ma il Toro non è in grado di prenderlo. Padelli se ne andrà: gli abbiamo proposto il prolungamento di contratto ma farà altre scelte”.

Continua a leggere