Napoli, Sarri tuona: “Non so se resterò, ma non ci penso”

| 23/04/2017 02:00

Sarri in conferenza

Alla vigilia della sfida con il Sassuolo ha parlato in conferenza stampa Maurizio Sarri. L’allenatore ha parlato dopo l’annuncio del rinnovo di Lorenzo Insigne.

Il tecnico ha dichiarato: “Giochiamo contro una squadra forte, una società forte. Quest’anno ha pagato la prima esperienza in Europa, ha avuto un numero incredibile di infortuni e non si è ripetuta, ma nella gara singola resta pericolosissima. Hamsik? Ieri si è allenato, vediamo oggi come va. Non voleva fermarsi, ma era giusto per un giorno o due non rischiare”. 

Sul rinnovo e lo scudetto: “Sono contento perché si può innescare una bella storia, può essere la bandiera della sua città, sono cose romantiche. Il Napoli attuale non può programmare lo scudetto, ci sono altri club più forti sotto tanti punti di vista, ma noi dovremo cercare l’evento, dobbiamo capire se nel calcio c’è ancora spazio per i sogni, la poesia, il cuore, l’anima e la gente. Nel calcio di oggi è più difficile, ma c’è margine secondo me”.

Sul futuro e la permanenza al Napoli: “Non so se resterò, ma non ci penso. Che risposta dovrei dare a questa domanda. Magari domani mi prendo a testate con Aurelio e cambia tutto. Lo scudetto non è programmabile, ma non dobbiamo non credere o provare a raggiungere un sogno”.


Continua a leggere