De Laurentiis: “Secondo posto il nostro Scudetto”. Stoccata ai big: “Se partono ce ne faremo una ragione”

| 23/04/2017 04:00

Aurelio De Laurentiis è intervenuto in conferenza stampa durante l’ufficializzazione del rinnovo di Lorenzo Insigne, che ha firmato un contratto che lo legherà al Napoli fino al 2022. Come sempre però il discorso si è allargato agli altri argomenti caldi in casa Napoli.

Il nostro scudetto

“Non voglio far incavolare nessuno”, afferma il presidente, “dicendo che il secondo posto in Italia è uno scudetto, ma diciamo il super-scudetto ce lo prenderemo. Se perdiamo qualche pezzo importante ce ne faremo una ragione, poi è anche noioso allenare sempre gli stessi…”.

La stoccata di De Laurentiis

Poi, una stoccata ai big al centro del mercato, Koulibaly e Mertens su tutti: “Io e Giuntoli non siamo cretini, se abbiamo investito 25 milioni per Maksimovic è perchè lo riteniamo importantissimo, così come Albiol che ha rinnovato perchè ha un cervello straordinari.  Proverò a trattenerli tutti, ma se qualcuno chiede di andare via o un pazzo che paga clausole altissime, ce ne faremo una ragione. Insigne invece non ha clausola rescissoria, come Hamsik”.

Capitolo portiere

“Pepe Reina ha un altro anno di contratto, ha fatto bene e non ci sono problemi. È chiaro che noi dobbiamo pensare anche al futuro, è chiaro che devo orientarmi su un portiere che abbia la sua maturità, non su un giovane emergente. Bisognerà poi gestire due prime donne, dovranno essere entrambi utilizzabili. Per investire sul futuro non bisognerà andare nè su uno troppo giovane nè su uno troppo esperto, per assicurarsi i prossimi 10 anni al massimo bisogna puntare su uno di 27-28 anni”.


Continua a leggere