Monaco, Raggi: “Con la Juve abbiamo un conto in sospeso, Mbappe farà 2 gol”

| 22/04/2017 08:42

Andrea Raggi, difensore del Monaco, ha passato diversi anni in Italia in Serie A. Ora è in semifinale di Champions League con il club francese, affronterà la Juventus di Allegri che ha buttato fuori il Barcellona.

Le parole di Raggi

Queste le sue parole riportate da La Gazzetta dello Sport: Sorteggio tosto. La Juve resta di primissimo ordine. Anzi, sono più forti di due anni fa. Ma lo siamo anche noi. Per noi è la rivincita. L’eliminazione del 2015 ci è rimasta di traverso. E’ l’occasione giusta per rifarci, magari con gli interessi visto che in palio c’è la finale. Vengo da una famiglia juventina, anche se ho un debole per l’Inter, passione ereditata da nonno Iorio che mi fece iniziare a giocare a calcio. Per me è come se fosse una sorta di derby d’Italia.

I ricordi più belli? Due. Il primo quando a Bologna nel 2012 con Pioli in panchina bloccammo la Juve di Conte. Al gol di Di Vaio pareggiò Vucinic. E poi il mio gol ai bianconeri, in Coppa Italia nel 2011, per il momentaneo 1-1 allo Stadium. Due anni fa a Torino erano contenti di aver pescato il Monaco, ora penso lo siano un po’ meno. Abbiamo un conto in sospeso. In difesa rimangono impressionanti. In più hanno Higuain e Dybala. Toglierei loro di sicuro Dybala. Noi abbiamo MbappéUn vero fenomeno. Quando lo affronti in allenamento ti devi fare il segno della croce. Speriamo senta la pressione come con City e Borussia, così contro la Juve gliene fa altri due. Non ha bisogno di paragoni, può farsi un nome suo. Falcao è tornato El Tigre“.

Il progetto del Monaco

“Il primo anno bisognava farsi conoscere con stelle e milioni. Poi è iniziato il vero progetto ricco di giovani del futuro. Qui non è come alla Juve, se un giovane sbaglia non si brucia. Ci vuole lungimiranza e un tecnico coraggioso come Jardim che ti dà fiducia. Il mio contratto scade nel 2018. Ho la parola del presidente per il rinnovo. Non penso ci saranno problemi. E’ l’anno giusto per il campionato. In Champions, visto che si balla dai preliminari, balliamo”.


Continua a leggere