Inter, Pioli: “Abbiamo toccato il fondo. Io responsabile come i giocatori”

| 22/04/2017 23:49

Inter, le dure parole di Pioli

Inter, dopo il bruttissimo ko contro la Fiorentina è un Pioli nero quello che si presenta in sala stampa. Ecco le sue dure parole a caldo dopo il match, ai microfoni di Premium Sport.

“E’ chiaro che dovevamo per forza fare delle valutazioni e capire perché è successo quello che è successo nel secondo tempo. Quella del secondo tempo non può essere la mia squadra in maniera compatta, quella che ha fatto bene fino a domenica scorsa, perché nel derby la squadra aveva giocato, al di là del gol subito alla fine. Oggi lo abbiamo fatto solamente per 45 minuti, poi abbiamo avuto un blackout inspiegabile. Dobbiamo lavorare meglio e dobbiamo fare in modo di finire nel miglior modo possibile, è stata una prestazione troppo brutta. Sono responsabile della prestazione di stasera, degli ultimi risultati, così come lo sono i miei giocatori. Dopo l’Atalanta non abbiamo messo nelle nostre prestazioni la qualità e la mentalità che servono, abbiamo commesso errori che fino ad un mese fa non ci appartenevano”.

“Dopo la Sampdoria è svanito il terzo posto e abbiamo un po’ pagato, ma oggi nel secondo tempo abbiamo toccato il fondo, perché siamo l’Inter e certe cose non ce le possiamo permettere. La mia volontà e la mia concentrazione sono sul presente, so benissimo che le cose cambiano da un momento all’altro. Se un mese fa ero un ottimo allenatore ora i giudizi sono diversi. Abbiamo cinque partite per riconquistare la credibilità che stasera abbiamo buttato via. Il campionato non è finito stasera, anche se stasera abbiamo messo in campo la peggiore prestazione della stagione. Dobbiamo migliorare e mettere in campo prestazioni migliori. Sembra un momento nel quale non riusciamo a reagire a livello mentale nelle difficoltà. Le squadre che sanno essere compatte sono quelle che hanno più probabilità di vincere le gare. Questa è una situazione che dobbiamo migliorare”.


Continua a leggere