Genoa: rapporti promiscui tra calciatori e tifosi, aperta l’indagine. Il club rischia tantissimo

| 22/04/2017 08:57

La Figc ha aperto un’indagine sui rapporti vietati tra Genoa e ultrà e i ricatti a che subiva Gian Piero Gasperini. Una denuncia ha acceso un faro sull’infiltrazione della criminalità nel tifo genoano e portato a galla una consuetudine che a Marassi va avanti da troppi anni.

Genoa, aperta l’inchiesta

Come riporta La Gazzetta dello Sport, i rapporti promiscui tra calciatori e tifosi spesso mediati dalla società, sono bastati a far scattare l’apertura di un’indagine da parte della Procura federale. Lo zoccolo duro del tifo agisce in stile mafioso in grado di condizionare la squadra. Ne sa qualcosa Gian Piero Gasperini, che l’anno scorso lasciò il Genoa, si dice anche perché fu vittima di una storia di «ricatti ed estorsioni» nata dal rifiuto del tecnico di inviare i propri giocatori alle feste dei tifosi. Ora il club di Preziosi rischia tanto.

Continua a leggere