Palermo, il caos è padrone: richiesta incredibile da parte dei giocatori

Palermo, il caos generale continua

La situazione in casa Palermo è diventata praticamente insostenibile. Con il direttore sportivo Nicola Salerno che mercoledì presenterà le dimissioni e con il tecnico Lopez in bilico, c’è un’altra novità incredibile nella società rosanero. Ancor di più se ci si ferma a riflettere sul fatto che i giocatori del Palermo hanno chiesto e ottenuto un premio salvezza dal neo presidente Baccaglini. Sì, proprio così. Un premio per fare quello per cui sono già pagati con profumati contratti. Un premio per evitare un’onta che resterà nelle loro schede, ma che certamente farà più male ai tifosi e alla città.

 Un milione e mezzo di euro in caso di retrocessione evitata. Che diventeranno due milioni qualora la squadra si salvasse prima della fine della stagione e, di fatto, rendesse la sfida con l’Empoli del prossimo 28 maggio una passerella. È stato Diamanti, alla vigilia della partita contro l’Udinese, a chiedere a nome della squadra al presidente il premio.

Verrebbe da dire che sono soldi che con ogni probabilità il neo presidente rosanero risparmierà visto che questa squadra non riesce a fare punti con nessuno. Chissà, forse Baccaglini ha sperato di ripetere il miracolo riuscito lo scorso anno al suo predecessore. Anche Zamparini, infatti, nella passata stagione, diede un premio salvezza alla squadra che, in effetti, in extremis riuscì a raggiungere il traguardo. 

Serve una scossa

Baccaglini ha espresso chiaramente la sua idea: “serve una scossa“. Una scossa che Zamparini avrebbe voluto dare a modo suo, con l’esonero immediato di Lopez. E, in questa ottica, l’ex presidente ieri ha contattato Franco Colomba. Una soluzione che, a prescindere dall’esito finale della vicenda, mette ancora una volta faccia a faccia Zamparini e Baccaglini. Con il neo presidente deciso a concedere un’altra possibilità a Lopez. Questo non significa che l’uruguayano sarà l’allenatore del Palermo anche per il futuro.

Baccaglini entro il 19 dovrebbe presentare la società che acquisterà il Palermo da Zamparini. Un passaggio formale che però potrebbe coincidere con quello molto più sostanziale dell’acquisto del cento per cento delle azioni. Baccaglini, infatti, vuole arrivare il prima possibile al closing. Non è da escludere che la data del 30 aprile venga anticipata.

Fonte Repubblica.