Bacca e Higuain: due pesi e due misure?

| 14/03/2017 19:00

Bacca, tre giornate che sono diventate una

Poche ore sono passate dalla decisione del Giudice Sportivo nei confronti di Carlos Bacca. Al centravanti colombiano una giornata di squalifica per il comportamento troppo ‘veemente’ nei confronti di un arbitro addizionale. A un anno di distanza vogliamo però esaminare un episodio simile che accadde anche a Gonzalo Higuain, a quel tempo attaccante del Napoli. Al Pipita in quel caso furono assegnate 4 turni di stop, che poi con il ricorso diventarono 3. Una stangata che costò al club partenopeo l’abbandono definitivo dei sogni scudetto. Dunque vi riportiamo qui i video e i comunicati inerenti a questi due episodi.

Carlos Bacca

La sanzione del Giudice Sportivo nei confronti di Bacca è la seguente: “Squalifica di una giornata effettiva a Carlos Bacca. Per avere, al termine della gara, nel recinto di giuoco, già sostituito ed in abiti civili, protestato in maniera plateale e veemente nei confronti di un Arbitro Addizionale. Avvicinandosi con atteggiamento aggressivo nei confronti del medesimo, finché non veniva trattenuto ed allontanato a forza dai dirigenti e dall’allenatore della propria squadra. Infrazione rilevata anche dai collaboratori della Procura federale”.

Il gesto del centravanti colombiano è molto simile a quello di Higuain. Entrambi si sono rivolti in maniera molto plateale verso i direttori di gara. Nel caso di Bacca, uscito al 60′ per infortunio, ha vissuto l’episodio del calcio di rigore dalla panchina. A fine gara la sua rabbia non si è placata, è andato diretto verso l’arbitro addizionale Doveri e solo l’intervento di Montella è riuscito a fermarlo.

 

Gonzalo Higuain

La sentenza di Higuain: “Squalifica di quattro giornate effettive a Gonzalo Higuain. Per aver rivolto all’arbitro un’espressione ingiuriosa. Per aver compiuto nei suoi confronti un gesto irriguardoso fronteggiandolo e ponendogli entrambe le mani sul petto. Poi in seguito per aver assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti di un avversario, venendo trattenuto dai propri compagni di squadra”.

Dunque in questo caso la prima differenza evidente rispetto all’episodio di Bacca è che l’attacco all’arbitro arriva a gara in corso e non a fine partita. Il che rende più grave, come già accennato prima, quello del colombiano. Higuain riceve una giornata di squalifica per l’espulsione e poi tre per il comportamento ‘ingiurioso’ nei confronti del direttore di gara. Dunque secondo lo stesso metro di giudizio, il bomber rossonero avrebbe dovuto avere almeno una squalifica di 3 giornate. Certo è che Bacca, a differenza del Pipita, non tocca l’arbitro, perché trattenuto in maniera tempestiva dal suo allenatore.

A cura di Antonio Giordano.

 


Continua a leggere