Lo sconforto del tecnico

Per la Roma di Luciano Spalletti questo è sicuramente il periodo più nero della stagione. Una  crisi che rischia di minare una stagione intera.

La pesante sconfitta ieri contro il Lione in Europa League è solo l’ultima di tre pesanti batoste. Prima la sconfitta nel derby in Coppa Italia, poi lo scontro diretto col Napoli in campionato ed ora anche in Europa.

E’ impossibile non parlare di una situazione difficile che rimette in discussione una stagione intera. Lo stesso Spalletti ha dichiarato: “Dobbiamo parlarci chiaramente e mettere a posto delle cose. Possiamo ribaltare il risultato al ritorno, ma dobbiamo cambiare qualcosa così non basta”. 

L’allenatore giallorosso non cerca alibi: “Pensavo dopo i cambi avremmo potuto fare meglio ed invece abbiamo subito. Non siamo stati cattivi in avanti. Non abbiamo fatto malissimo ma il passivo è davvero pesante”. Proprio prima della gara, all’Equipe, aveva dichiarato: “A Roma si vuole sempre vincere, ma in questi anni non è cambiato nulla. Io penso che se si ripetono sempre gli stessi comportamenti in questa città non si realizzerà mai nulla. Se non vincerò, vuol dire che ho fatto come i miei precedessori e quindi andrò a casa”.