Il Bologna si aggrappa a Destro per salvare la stagione

| 01/03/2017 08:25

Bologna e Desto, due destini che si uniscono

“Perché siamo due destini che si uniscono, stretti in un istante solo“. Così cantavano i Tiromancino, e proprio così sono uniti i destini di Mattia Destro e del Bologna. Dopo una prima stagione esaltante, durante la quale il giovane attaccante è stato protagonista assoluto, ecco l’amara realtà. Destro non incide più, non segna più ed il destino degli emiliani non è più anche il suo.

Sì, perché Mattia non sembra più essere quell’intoccabile attaccante ammirato fino all’inizio di questo campionato. L’infortunio rimediato l’anno scorso contro l’Inter (dito del piede fratturato) ha infatti provocato malumori e dissidi con la società. Il tutto culminato con gli infortuni a ripetizione e ai conseguenti allenamenti “separati” per rimettersi in forma. Nel mezzo la carenza di risultati ed un Bologna che annaspa. Tutti scontenti, tutti pronti a lasciarsi alla prima occasione utile.

Questo è quello che sembra ora Bologna, una piazza in cui si attende solo la giusta occasione per separarsi senza troppi rimpianti. Tuttavia, c’è ancora un campionato da portare a termine e le parti sono indispensabili l’una all’altra. Il Bologna ha bisogno di Destro e viceversa. C’è bisogno di Mattia perché Sadiq non regge fisicamente e la buona volontà di Petkvoic non soppeerisce al fatto che non è una prima punta. I rossoblu servono all’attaccante per rilanciarsi in vista del prossimo mercato estivo.

Due destini che si uniscono. Alla fine, è sempre così…

(fonte: Il resto del Carlino)


Continua a leggere