Bologna, il consiglio di Bucci (pres. Virtus): “Il problema delle rimonte va risolto”

| 28/02/2017 07:50

Bucci: “Saputo? Deve cercare di essere sempre presente”

Intervistato ai microfoni del Resto del Carlino, Alberto Bucci (presidente della Virtus Bologna) ha cercato di analizzare il momento dei rossoblu: “Sono convinto che sia un problema di testa e non di gambe: coi metodi di preparazione che ci sono oggi non puoi non riuscire a correre per 95 minuti. Secondo, credo che lo stesso Donadoni in questo momento abbia qualche difficoltà ad individuare il problema”.

“Parlo in generale: se quando arrivano i minuti finali il pensiero dominante è ‘stavolta non devo prender gol’ allora sei finito, perché il gol continuerai a prenderlo. Bisogna fare qualcosa per scacciare il pensiero negativo – ha aggiunto Bucci -: per esempio fissando obiettivi tecnici concreti. Faccio un esempio: nell’ultimo quarto d’ora dobbiamo conquistare tre corner, o tirare in porta tre volte dal limite, oppure restare ‘corti’ nello spazio di trenta metri. Se la testa lavora per conquistare qualcosa allora non si fa dominare dalla paura di perdere qualcosa”.

Chiusura su Saputo: “A Saputo ho un solo appunto da fare: io credo che un presidente, che sia l’azionista di maggioranza o colui che rappresenta la proprietà, debba essere presente il più possibile. Chi lavora in un club, specie nei momenti di difficoltà, non deve chiedersi ‘chissà cosa ne pensa il presidente?’. Se il presidente è lì, diventa tutto più facile”.


Continua a leggere