Inter, mercato in uscita bollente: rivoluzione in difesa?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:03

Il mercato delle uscite nerazzurre.

Le porte girevoli in casa Inter sono state attivate dagli addii di Jovetic e Melo, quasi contestuali all’approdo di Gagliardini in nerazzurro. Dopo queste, ecco le altre trattative in uscita dell’Inter che sembrano essere in dirittura d’arrivo.
Si parte da Davide Santon, il prescelto dalla dirigenza dell’Inter per un addio. Il terzino ha in pista una situazione piuttosto avviata con la Sampdoria, ma anche il bologna monitora il classe 1991. Anche Nagatomo, come appreso soprattutto nella serata di ieri, ha una trattativa in corso. Sembrerebbe infatti che il Burnley faccia sul serio per assicurarsi il cartellino del giapponese. Nonostante ci sia la voglia da parte del giocatore, il suo prezzo non scende dagli 8 milioni di euro fissati dall’Inter. Non poco, ma c’è chi ci sta lavorando.

Ranocchia resta o va via?

Ranocchia, dopo la cessione di Jovetic, in questo momento è l’affare in uscita più importante dell’Inter. Il calciatore nerazzurro è stato messo ai margini del progetto da Pioli e per questo vorrebbe cambiare aria. Su di lui è tornato alla carica il Sassuolo in queste ore. Il centrale italiano classe 1988 potrebbe trovare occasione di rilancio in neroverde a prescindere dalla partenza di Acerbi, che è stato a più riprese dichiarato incedibile da chi gestisce il mercato del club emiliano.
Sempre restando nel reparto difensivo interista parliamo di Miangue. Il calciatore ha diversi club interessati a lui, però di certo non porteranno introiti nelle casse del club nerazzurro. La decisione di Piero Ausilio nei confronti del belga è di mantenere il controllo sul cartellino del talentuoso difensore, che potrebbe lasciare Appiano Gentile solamente in prestito.