Inter, Gagliardini si presenta: le parole in conferenza stampa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:34

Conclusa la trattativa che aveva creato una sorta di vera e propria “telenovela” Gagliardini si è presentato all’Inter e ai tifosi neroazzurri nella conferenza stampa di presentazione.

Gagliardini: “Mi piace fare la mezzala, sono allenato e prontissimo”

A quale giocatore si ispira?
“Mi è sempre piaciuto Zidane, mentre per quanto riguarda l’attualità cito Pogba: un giocatore fortissimo”.

Qual è il giocatore migliore in questa Inter?
“Domanda difficile, ci sono tantissimi giocatori importanti e grandi campioni. Posso imparare da tutti”.

Perché ha scelto proprio Milano?
“È il club che mi ha cercato con maggior convinzione, per questo ho scelto Milano. Sono pronto per giocare sin da subito, a partire da sabato. Per me sarà fondamentale confermare quanto fatto a Bergamo in questa squadra”.

Qual è il ruolo più adatto per le sue caratteristiche?
“Mi piace fare la mezzala, oppure anche centrocampista centrale a due. A Bergamo abbiamo fatto benissimo, mi sento a mio agio in una mediana a tre”.

È pronto per giocare contro il Chievo Verona?
“Sono allenato e sono prontissimo, poi ovviamente starà al mister scegliere”.

Cosa l’ha colpita del progetto di Suning?
“È un progetto ambizioso, l’obiettivo della proprietà è quella di tornare a essere un club in grado di vincere tutto, proprio come qualche anno”.

Come descriverebbe l’Inter in tre parole?
“Inimitabile, ambiziosa e prestigiosa”.

Come ricorda la vittoria della sua Atalanta proprio contro l’Inter?
“È un bel ricordo ed è stata una vittoria importante per noi. Affrontare l’Inter è sempre un piacere”.

Qual è il modello di un’Inter del passato?
“Senza dubbio Zanetti, ha sempre onorato questa maglia. Penso sia il simbolo nerazzurro”.

Come può spiegare questa sua improvvisa esplosione?
“Mister Gasperini mi ha aiutato tantissimo, mi ha aiutato a fare il salto di qualità. Grazie a questo salto di qualità sono qui oggi”.

Sente particolare pressione?
“Sono voci giornalistiche, non ho alcun tipo di pressione. Conosco le mie qualità, so dove posso arrivare”.

Quali sono gli obiettivi stagionali?
“La Champions è un obiettivo fondamentale, sarà importante mantenere questo rendimento anche nel ritorno. Poi vincere la Coppa Italia”.