Un De Boer al veleno torna sul suo passato nerazzurro.

L’ex allenatore dell’Inter, Frank De Boer, è tornato a parlare della sua esperienza in nerazzurro. Queste le dichiarazioni del tecnico olandese ai microfoni del De Telegraaf: “Non volevo che con l’Inter andasse così. Questa esperienza mi ha portato via moltissime energie: tre mesi mi sono sembrati un anno. Ho ricevuto la proposta di allenare la squadra una decina di giorni prima dell’inizio della stagione ed ho dovuto anche superare la barriera linguistica: è stato tutto difficile”.

“Sapevo che sarebbe stata difficile”

 Ha poi replicato sulla società inadatta per lui: “Di fatto la preparazione l’abbiamo fatta durante il campionato. Speravo che il club potesse concedermi più tempo, almeno questa era l’idea di partenza. I dirigenti sapevano che non ero allenatore da progetto a breve termine. Sapevo fin dall’inizio che sarebbe stato un progetto molto difficile, ma l’Inter è ancora un top club mondiale e se avessi avuto successo, sarebbe stato molto bello. Dunque non credo che il mio nome sia stato danneggiato. Dopo due giorni dal mio addio ho ricevuto qualche offerta, ma ho deciso che comincerò a lavorare solamente a partire dalla prossima stagione. Ci sono state quattro o cinque squadre che mi hanno cercato, ma in questo momento ho scelto quella che considero sia la soluzione migliore per me. Credo aspetterò fino a maggio”.