Il più classico degli amori mai sopiti, più il senso di colpa. Secondo il The Sun, sarebbero questi i moventi che spingono Jermain Defoe, attualmente al Sunderland, al ritorno al West Ham, che aveva abbandonato per trasferirsi ai rivali del Tottenham nel 2003.

I tifosi lo chiamarono Giuda

I fatti furono questi: dopo appena 24 ore dalla fine del campionato, che aveva visto retrocedere gli Hammers in Division One, Defoe si trasferì agli Spurs, acerrimi rivali del club dove militava da quando aveva 16 anni. I fan non gliel’hanno ancora perdonato ed il calciatore ne sente tutto il peso.

Impegno emotivo

Stando ad una fonte vicina al calciatore: “Jermain si sente ancora male rispetto a tutta la vicenda. All’epoca era consigliato male, quando era solo un ragazzo. Ama il Sunderland e sta facendo il suo meglio per aiutarli e lo continuerà a fare. Ma c’è un impegno emotivo con il West Ham. Se ci fosse una trattativa e Jermain segnasse dei gol lì, la cosa lo aiuterebbe a sentirsi meglio”.

La storia si ripete?

Tuttavia il Sunderland al momento non vorrebbe privarsene, vista la classifica: sempre secondo il tabliod inglese infatti, avrebbe rifiutato un offerta di circa 9 milioni di euro. Anche stavolta, come 14 anni fa, c’è il rischio retrocessione per Jermain Defoe.