Donnarumma, Storari, Gabriel e non solo. Domenica a San Siro arriva il Cagliari, pronto a uno scambio di prestiti tra il brasiliano Gabriel e Storari, in pocinto di tornare in rossonero.

Raiola frena il rinnovo di Gigio Donnarumma
DONNARUMMA – Il caso più spinoso, come si legge sull’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, è legato al futuro del titolare: Donnarumma. Il portierino il prossimo 25 febbraio diventerà maggiorenne e quindi potrà rinnovare il contratto per i prossimi cinque anni.

Lui si trova bene in rossonero e i rossoneri vogliono blindarlo: c’è già il sì anche dei cinesi di Sino Europe. Ma il vero protagonista della vicenda è il suo agente Raiola. Che continua a voler aspettare il closing per capire se le ambizioni del nuovo club convergeranno con quelle del suo assistito.

Raiola ha giudicato competitivo il futuro del Milan tanto da acconsentire al prolungamento di Bonaventura ed è invece molto più prudente quando si tratta di immaginare la squadra che sarà se di mezzo c’è Donnarumma.

Galliani, che con l’agente ha un buonissimo rapporto, non può anche essere garante dell’eventuale nuova proprietà. Ma i cinesi, rappresentati più vicino da Marco Fassone, sono già attivi: Gigio è considerato la priorità in assoluto, motivo per cui Fassone vedrà prima Galliani e poi Raiola (anche tra i due i rapporti sono distesi) nelle settimane immediatamente successive al closing. Da parte di Sino Europe ci sarà tutto l’impegno possibile affinché il rinnovo non solo si faccia, ma si faccia anche in tempi rapidi. Tutto si concentrerà tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo: Gigio festeggerà i diciotto anni il 25 febbraio, per il 28 sono attese le autorizzazioni del governo cinese all’esportazione dei capitali e il 3 marzo, giusto in tempo per completare il procedimento, è programmato il closing.

Se il Milan avrà nel frattempo cambiato proprietà ecco che la trattativa per il rinnovo di Donnarumma con conseguente (e consistente) aumento di ingaggio prenderà il via.

Raiola potrebbe chiedere cifre astronomiche per un giocatore appena maggiorenne, o anche astronomiche in generale: l’agente valuta lo stipendio in proporzione al valore sul mercato del soggetto, decisamente molto alto. Sarebbe opportuno non andare troppo oltre, considerata anche l’attuale scadenza contrattuale: giugno 2018. 

Un altro portierino-fenomeno?

PLIZZARIIn caso di fumata bianca con Donnarumma, sempre secondo la Gazzetta dello Sport, a quel punto Plizzari (classe 2000, anch’egli sotto contratto fino al 2018) chiederà di essere ceduto. La scorsa estate sul calciatore era già piombato il Manchester City, che lo ha visto esibirsi con grande sicurezza.

I Citizens hanno preso subito l’iniziativa presentando un’offerta al Milan per il cartellino di Alessandro sulla base di 2 milioni di euro. Una avance rispedita al mittente da Galliani, convinto delle ampie prospettive del suo gioiellino. Ma dopo il rinnovo di Donnarumma tutto potrebbe cambiare.