ll Milan continua a cercare di rinforzare la rosa. Gli ottimi risultati raggiunti da Montella hanno generato ottimismo. I dirigenti vogliono dare fiducia al tecnico che ha riportato un trofeo nella bacheca rossonera dopo alcuni anni. Si guarda principalmente a rinforzare gli esterni. Oltre ai francesi  Aurier e Deulofeu nel mirino del club è finito Diego Laxalt. L’esterno uruguaiano, classe ’93, è legato al Genoa fino al 2018. Il giocatore piace a mister Montella. Il suo dinamismo può essere utile anche per cambiare le gare in corso. Laxalt è un esterno alto dinamico, duttile anche se predilige la corsia sinistra offensiva. Rispetto a Deulofeu ha il vantaggio di conoscere già il campionato italiano. Il francese, infatti, interessa soprattutto per la sessione di giugno.

L’OPERAZIONE – Secondo la Gazzetta dello Sport, la dirigenza rossonera vorrebbe inserire delle contropartite tecniche nell’operazione. L’intenzione di Galliani è quella di proporre i prestiti del difensore brasiliano Ely e del’esterno argentino Vangioni. Tuttavia, Preziosi non si è ancora espresso in maniera esplicita. Il giocatore è una pedina importante dello scacchiere di Juric. Il club ligure, però, è sempre vivo sul mercato sia in entrata che in uscita.

I NUMERI – Laxalt arrivò in Italia nel 2013 nell’Inter di Mazzarri. I nerazzurri lo girarono subito in prestito al Bologna dove collezionò 15 presenze e due reti all’esordio. L’anno successivo è passato all’Empoli dove ha trovato poco spazio. Il Genoa è stato il club dove si è espresso al meglio fino ad ora. Preziosi decise di riscattarlo dal prestito. Diventa definitivamente del Genoa nel luglio del 2016 per 4 milioni. L’esordio con la maglia dell’Argentina, invece, è arrivato il 6 ottobre 2016. La gara vinta contro il Venezuela per 3-0 era valida per la qualificazione ai Mondiali del 2018. Laxalt ha preso parte anche dell’elenco dei convocati della Coppa America del 2016.

Marcello Pelillo