Fino a questo momento, dopo un avvio scoppiettante nella passata stagione, l’avventura di Memphis Depay, che resta uno dei talenti più cristallini del calcio mondiale, al Manchester United non è stata certamente tutta rosa e fiori, anzi. Prima con van Gaal, ora con Mourinho l’ex PSV ha visto il suo spazio ridursi in maniera importante ed ora è alla ricerca di una squadra in grado di garantirgli un buon minutaggio per questa seconda parte di stagione in prestito per poi tornare ai Red Devils e riprovarci.

Depay in partenza: le pretendenti

Solo 7 gol in un anno e mezzo in terra inglese, di cui due in Premier League, ma nonostante ciò le pretendenti non mancano di certo: ha estimatori in Italia, dove è stato accostato prima al Napoli e poi, in maniera più importante, alla Roma, ma piace soprattutto in Spagna al Siviglia ed ad altre squadre del campionato inglese, la soluzione forse preferita dal ragazzo che potrebbe così riuscire ad ambientarsi meglio in terra britannica.

Mourinho lo mette alle porte: “Ecco perché giocano altri”

E’, dunque, sul piede di partenza Depay, per ammissione dello stesso José Mourinho, tecnico del Manchester United, che in conferenza stampa ha parlato così delle tante esclusioni del talento olandese: “E’ ovvio che le varie e particolari situazioni di mercato hanno influito sulle mie scelte. E’ ovvio che, sapendo che un giocatore è sul piede di partenza, io possa dar spazio a coloro i quali so che rimarranno qui al 100%”.