Cristian Tello, esterno d’attacco della Fiorentina, ha parlato in vista dell’importantissima sfida di domani tra Fiorentina-Inter. Per la squadra viola potrebbe essere l’ultima chiamata per l’Europa League, è obbligatorio vincere.

Le parole di Tello

Queste le sue parole riportate da Tuttosport: “Loro avrebbero dovuto lottare per lo scudetto e noi per un piazzamento sicuro nelle coppe. La classifica parla chiaro. E’ stato un campionato finora complicato per entrambe. Da qui alla fine ci sono ancora 18 punti, vogliamo fare un grande finale di stagione. Peccato che sabato il mio gol, il primo per me al Franchi, non sia servito a vincere. Domani vogliamo rifarci. L’Inter è una squadra completa, ma dico Perisic, Candreva, Banega, Joao Mario e ovviamente Icardi.

Belotti sta facendo una grandissima stagione e per me lo merita lui. Ma alla fine, visti i loro club, sarà un duello tra Dzeko e Higuain. Cuadrado, Callejon e Insigne sono i giocatori che apprezzo di più. Il campionato è molto competitivo, c’è molta più attenzione alla tattica rispetto alla Liga. La Juve ha qualità completamente diverse dal Psg, si difende ‘todos’ e sotto questo aspetto è la più forte. E’ impossibile farle gol, figuriamoci tre. Gran bella soddisfazione per noi e per i nostri tifosi aver battuto la Juve. Dybala per arrivare al livello di Messi deve lavorare ancora tanto

Via dal Barca? Avevo bisogno di nuove esperienze. A Federico (Bernardeschi, ndr) potranno presentarsi tante opportunità ma è già in un grande club. Napoli? Ci sono tante voci ma io sarei felice di restare. Il dualismo con Chiesa? La competitività non può che essere positiva per la squadra. E’ stato un anno storto, il prossimo anno ci batteremo per un posto in Champions”